Seguendo i passi di Buddha

Tramite il Buddha Train ho seguito le tappe fondamentali della vita di Buddha, visitando ed immergendomi nell’atmosfera spirituale di luoghi come Lumbini, in Nepal, dove nacque, Bodhgaya, dove meditò ed ebbe l’Illuminazione, Sarnath, dove iniziò ad insegnare (mettere in moto la Ruota del Dharma), Rajgir con il Picco dell’Avvoltoio, dove dettò le regole monastiche, ed infine Kushinagar, dove ebbe luogo il suo Parinirvana (la sua morte).

(Foto e Testi di Leopoldo Sentinelli)

Tramite il Buddha Train ho seguito le tappe fondamentali della vita di Buddha, visitando ed immergendomi nell’atmosfera spirituale di luoghi come Lumbini, in Nepal, dove nacque, Bodhgaya, dove meditò ed ebbe l’Illuminazione, Sarnath, dove iniziò ad insegnare (mettere in moto la Ruota del Dharma), Rajgir con il Picco dell’Avvoltoio, dove dettò le regole monastiche, ed infine Kushinagar, dove ebbe luogo il suo Parinirvana (la sua morte).

I 2930 km, parte in treno e parte in pulmann, sono stati tutti magnificati dalle sensazioni profonde, intime, ricevute nell’ambito di ognuno dei luoghi, insieme alla compassione per la vita degli abitanti nei dintorni. Gli esempi di devozione e preghiera, la quantità di persone che pregavano e si prostravano all’aria aperta (è inverno anche lì), i canti, i colori delle bandierine esposte al vento, tutto ha reso l’atmosfera unica e profondamente spirituale, una sorta di immersione completa in un mondo più etereo che reale, un modo di spingere ad abbandonare i pesi materiali, riconoscendone l’illusorietà ed impermanenza.
Un viaggio ormai fissato nel cuore.

In queste prime foto c’è l’arrivo al treno, il concerto di benvenuto, l’ambientazione, la cabina, il vagone ristorante, l’addobbo di fine anno e la condivione della torta di fine anno celebrato da un monaco buddhista di tradizione Teravada.

Più avanti vi racconterò delle varie destinazioni.

Seguendo i passi di Buddha
Torna su
Open chat